Case a 1 euro: sono 10 i borghi in Sicilia

Case a 1 euro, il progetto lanciato dalla società londinese Its for Sicily, è rivolto al mercato estero e, ad oggi, raccoglie nel suo alveo ben dieci cittadine. La volontà è quella di fare rientrare in Sicilia gli emigrati italiani, concedendo loro agevolazioni fiscali. Il proponimento è partito da Gangi che, nel 2014, veniva proclamato Borgo più bello d’Italia alla trasmissione “Alle Falde del Kilimangiaro”. Le case venivano vendute al costo di un euro e i nuovi proprietari dovevano ristrutturarle. Un esempio seguito da altri Comuni. Sambuca di Sicilia, per esempio, sta impegnandosi a valorizzare il quartiere dei vicoli arabi oltre ad en procinto di addentrarsi sulla vita del bando ‘Case a due euro‘.

A Mussomeli si punta sulle case di pregio. “Gli immobili che offriremo non saranno dirupati ma tali da poter diventare molto belli dopo una accurata ristrutturazione. Immaginiamo case in vendita nei centri storici da 10.000 a 25.000 euro, dando lavoro ai professionisti e alle imprese locali, con accordi che presenteremo al compratore, in modo che sia certo del risultato”. A dirlo Uccio Missineo, imprenditore siciliano ed ex assessore regionale ai Beni culturali. I dieci comuni rientrano in tre poli: madonita comprensivo di Polizzi Generosa, Geraci e Petralia Sottana; Sicilia centrale con Mussomeli, Sambuca e Aragona; Nord-orientale con Novara di Sicilia, Linguaglossa, Montalbano Elicona e Castiglione di Sicilia incastonate tra i Nebrodi e l’Etna. Sei di questi comuni sono stati eletti Borghi più belli d’Italia.

A Montalbano Elicona si offrono ai nuovi residenti servizi per un soggiorno da sogno, come accedere a spettacoli e ad eventi di enogastronomia. Se l’acquirente è un cittadino straniero “gli offriamo, – spiega Missineocon un gestore locale, di poter affittare la casa quando non la abita, in modo che il suo possa essere anche un investimento“. Il progetto ambisce alla vendita di trenta case per ogni comune in tre, quattro anni. Il comune di Geraci tenta d’infoltire la popolazione, offrendo ai giovani una occasione per restare. L’iniziativa raggiunge anche in Sardegna, Puglia e Calabria e lì trova applicazione. “Abbiamo alcuni borghi riconosciuti tra i più belli d’Italia e altri, come Petralia Sottana, bandiera arancione del Touring Club”. La medievale Polizzi, dal titolo di Generosa ricevuto da Federico II, è nota per essere stato il luogo prescelto dalle regine Elisabetta d’Aragona e Bianca di Navarra. Ben ventuno le chiese e palazzi nobiliari con la chiesa del borgo madonita che con 19.432 voti si piazza al terzo posto nella classifica Fai.