Covid-19, possibile nuovo grande esodo verso la Sicilia per le Feste

Il ricongiungimento familiare è possibile e a disporlo è l’ultimo Dpcm, emesso il 3 dicembre scorso. Pertanto, Regioni aperte e possibili rientri, ma entro il 21 dicembre, data in cui interverrà nuovamente la chiusura, disposta fino al 6 gennaio prossimo. Dopo il precedente della Fase 1 della pandemia, in cui la discesa dalle città del Nord aveva portato tutt’altro che buone nuove, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ritiene necessario intervenire. “Il rischio di un nuovo esodo verso il Sud – afferma – è un fatto reale, che non può non destare preoccupazione. Per questo ho ritenuto di chiedere al nostro Comitato scientifico di valutare alcune misure di contenimento e sorveglianza sanitaria, che vorremo condividere anche con il Ministero della Salute.

“C’è un sostanziale miglioramento in Sicilia e si inizia finalmente a vedere una progressiva regressione della pressione sulle strutture ospedaliere. – sottolinea il presidente Musumeci – Non possiamo, quindi, rischiare di far correre di nuovo il virus per comportamenti individuali che appaiono improntati a superficialità. Lo dobbiamo alle tante vittime che abbiamo avuto e alla straordinaria passione con cui migliaia di operatori hanno adempiuto con professionalità alla loro missione di vita”. Così il presidente Musumeci sulla sua pagina ufficiale del social Facebook. Non rimane, adesso, che attendere il prosieguo per vedere cosa accadrà e quali saranno le modalità d’azione prescelte.