Covid: da lunedì scuole chiuse in 14 Comuni siciliani, Riesi “zona rossa”

Nonostante la zona gialla riconfermata da più settimane, la Sicilia vede le scuole chiudersi in 14 Comuni siciliani a partire da lunedì 8 e fino a sabato 13 marzo. Lo ha deciso con ordinanza il presidente della Regione, Nello Musumeci. A rendere la decisione necessaria il superamento del tetto dei 250 casi di infetti su 100mila abitanti, in osservanza al Dpcm Draghi di recente emanazione. La chiusura, o riapertura, degli istituti scolastici verrà verificata di settimana in settimana in base ai dati offerti dal Servizio di riferimento regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle malattie infettive (SEREMI) .

Edifici scolastici chiusi nei Comuni di Caccamo, San Cipirello e San Giuseppe Jato, nel Palermitano; Castell’Umberto, Cesarò, Fondachelli Fantina e San Teodoro, nel Messinese; Licodia Eubea e Santa Maria di Licodia, nel Catanese; Montedoro, Riesi e Villalba, in provincia di Caltanissetta.

Non chiuderanno, da lunedì, le scuole a Porto Empedocle, Lampedusa e Linosa in un primo momento inseriti nell’ordinanza. Nei tre Comuni dell’Agrigentino, infatti, i 250 casi positivi al Covid su 100mila abitanti – inseriti nel report dell’assessorato alla Salute – comprendono anche i migranti e quindi non computabili quale criterio per determinare la chiusura degli istituti. Pertanto, il presidente della Regione Nello Musumeci ha già firmato una nuova ordinanza di rettifica.

Il presidente Musumeci ha, altresì, disposto l’istituzione della zona rossa a Riesi, nel libero consorzio comunale di Caltanissetta, con durata fissata a 16 giorni. La chiusura sarà in vigore da sabato 6 a lunedì 22 marzo. Attualmente, sono già rosse San Cipirello e San Giuseppe Jato, nel Palermitano.