I Cirasini: il benessere dai noccioli delle ciliegie dell’Etna

I “Cirasini”, un semplice cuscinetto, riempito di noccioli di ciliegie dell’Etna. Un sistema assolutamente naturale per alleviare il dolore e non solo.Un’idea venuta a Ivana e Maria Luisa, giovani donne siciliane.

Ivana, pallavolista professionista per 25 anni, laureata ISEF presso l’Università degli Studi di Catania, Personal Trainer e operatrice olistica. Oltre ad essersi sempre dedicata allo sport ed al benessere, ha sempre avuto un forte interesse nei confronti dell’arte in tutte le sue forme. Dal teatro alla fotografia, all’architettura moderna ed all’arte contemporanea. Ha lavorato per Photology AIR Noto, la prima galleria di arte fotografica in Italia che oggi ha sede a Noto. L’anno scorso ha avviato un progetto personale sviluppato attorno le sue passioni, attualmente messo in pausa da questa pandemia, ma che sarà felice di far ripartire appena possibile. Amante del benessere e della bellezza, le piace sperimentare e mettersi continuamente di fronte a nuove sfide.

Maria Luisa, psicologa laureata presso l’Università Bicocca di Milano. Ha vissuto per diversi anni fuori Catania facendo esperienze, prima di studio e poi di lavoro, sia in Italia che all’estero. Ha vissuto in Spagna, in Nuova Zelanda, al centro e nord Italia prima di decidere di tornare nella sua amata città per riportare in qualche modo idee raccolte e sviluppate durante queste diverse e variegate esperienze. Si è occupata di formazione aziendale e di didattica, negli anni ha coltivato la passione nei confronti della fotografia, suo secondo ambito di lavoro, unito alla sua seconda grande passione ovvero quella dei viaggi. Persona intraprendente, esperta viaggiatrice, parla diverse lingue e ama scoprire culture differenti. Come la sua socia Ivana, oltre alla fotografia che ad oggi resta la forma d’arte da lei più amata, ha sempre mostrato un interesse nei confronti delle arti visive in genere sviluppando delle abilità anche nel disegno e nella pittura, nella grafica digitale ed in lavori artistici che richiedono abilità manuali. Si è occupata della creazione del suo sito web fotografico, si occupa di grafica ed anche di comunicazione sul web.

Cosa sono i Cirasini?

È un’attività artigianale di produzione di cuscini termici naturali, in 100% cotone e ripieni di noccioli di ciliegia. Sostituti naturali della borsa dell’acqua calda o del ghiaccio, procurano benefici sia per la termoterapia che per la crioterapia. I nostri clienti appartengono a tutte le fasce d’età in quanto il prodotto può essere utilizzato dai neonati (ad esempio per il trattamento delle colichette, come scalda lettino ecc.) , agli adulti fino all’età avanzata.

A chi sono destinati?

Il target di riferimento è certamente quello di tutte le persone consapevoli, che sanno quanto la prevenzione sia fondamentale e che preferiscono affidarsi a rimedi naturali prima di dover ricorrere alle soluzioni farmacologiche. Persone che ricercano prodotti naturali, artigianali, pratici e funzionali. I Cirasini possono utilizzarsi a caldo, riscaldandoli nel microonde o nel forno tradizionale, o a freddo inserendo il prodotto nel congelatore. Incontrano diverse esigenze, sono utilizzabili in caso di traumi/dolori o per sollievo personale.

Di cosa sono fatti?

Sono prodotti naturali, eco sostenibili e biodegradabili. Abbiamo voluto dare un’impronta sostenibile al progetto fin dal primo giorno. Tale impronta si manifesta innanzitutto nella scelta dei materiali, a partire dal settore tessile. Il nostro prodotto è costituito infatti da puro cotone 100% ed inoltre stiamo perfezionando l’utilizzo di colori naturali per le tinture delle stoffe, in modo da evitare i prodotti chimici e rendere il nostro prodotto unico. Manteniamo un modello green anche nel settore marketing stampando tutto il nostro materiale informativo su carta ecologica riciclata e biodegradabile (carta “Shiro Echo” di Favini). Infine la scelta dei noccioli di ciliegia garantisce un processo di riciclo creativo di un prodotto di scarto per le aziende che producono marmellate o confetture. Noi acquistiamo questi prodotti portandoli a nuova vita e contribuendo in tal modo all’economia circolare. La nostra idea di business è legata anche alla voglia di risvegliare l’interesse nei confronti di un settore a rischio: l’artigianato. I Cirasini sono fatti interamente a mano, dal taglio delle stoffe al loro riempimento con i noccioli, alla chiusura e cucitura di ogni singolo prodotto. Puntiamo molto sulle competenze che stiamo sviluppando verso le tinture naturali, partendo dalla riscoperta di antiche tradizioni purtroppo soffocate dal mercato globale, in un’ottica di salvaguardia di quel patrimonio di competenze ed esperienze necessarie a mantenere gli standard qualitativi dell’artigianato italiano. Siamo state anche selezionate tra i partecipanti al Capacity Building Program del progetto finanziato dall’Unione Europea “STAND Up!”, programma di attività per lo sviluppo di nuove idee di business circolari e sostenibili nel settore tessile. Siamo molto contente di iniziare questa nuova avventura.

La nascita del progetto

Ivana scoprì il prodotto anni fa in Germania durante una vacanza e da allora li ha sempre usati su di sé nei momenti di tensione muscolare o quando c’era bisogno di “cunotto”, essendo perfetti anche semplicemente per concedersi un po’ di relax. Sperimentate tutte le proprietà e adattando la forma ai bisogni, ha iniziato ad usarli durante i suoi massaggi con benefici paragonabili alla Pindasweda, una delle pratiche ayurvediche più conosciute.

Maria Luisa, che conosceva Ivana già da prima, mentre si occupava di un lavoro di grafica digitale per un suo progetto, è venuta a conoscenza del prodotto vedendola utilizzarlo durante le giornate invernali per rilassarsi o semplicemente per riscaldarsi.

Sempre più affascinata dal prodotto, Maria Luisa volle approfondire l’argomento e fu così che insieme si resero conto delle potenzialità che questo poteva avere. Ivana condivide con lei l’idea di crearne un business e con tanta creatività e voglia di osare danno vita a “I Cirasini” (nome derivante dalle “cirase”, ovvero ciliegie in siciliano).

«In un attimo il progetto aveva un nome, un logo, un’idea solida alle spalle, una pianificazione. Iniziammo a pensare al prodotto, ai suoi utilizzi nonché ai potenziali clienti e settori, alle collaborazioni da poter attivare ed a tante idee creative da poter unire all’interno del progetto stesso. Ci abbiamo creduto fin da subito e adesso ci crediamo ancora di più. Nei prossimi mesi lavoreremo alla creazione di nuovi prodotti, alla sperimentazione di nuove tecniche di lavorazione e di tintura, nonché alla creazione di una linea di collaborazione sul territorio che pensiamo possa rappresentare un punto di forza per il nostro settore e non solo».

Su Instagram: @icirasini

https://instagram.com/icirasini?igshid=1khnqxaz9eild