Influencer siracusana denunciata per istigazione al suicidio

La Polizia Postale di Firenze, coordinata dal Procuratore aggiunto Luca Tescaroli e dal Sostituto Procuratore Fabio Di Vizio della Procura fiorentina, ha individuato sul social network Tik Tok un link riconducibile al profilo di una “influencer” siciliana della provincia di Siracusa, che riconduce ad un video ritraente una “sfida” tra la donna e un uomo, in cui entrambi si avvolgevano totalmente il volto, comprese narici e bocca, con il nastro adesivo trasparente, in modo tale da non potere respirare.
Il video, come si legge in una nota diramata dalla Polizia sarebbe “estremamente pericoloso in quanto visibile a tutti gli utenti senza restrizioni, potendo costituire oggetto di emulazione da parte di minorenni, come purtroppo già accaduto nei recenti fatti di cronaca con sfide analoghe”, è stato immediatamente segnalato dal CNCPO del Servizio Polizia Postale di Roma e rimosso dalla piattaforma Tik Tok. E’ stato inoltre verificato che in diverse altre occasioni, l’influencer aveva pubblicato anche altri “video sfide” dello stesso tenore, che le hanno consentito di ottenere popolarità ed essere seguita ben 731.000 followers di ogni età.