Party vietato al Covid: esplode focolaio a Capizzi

Una festa privata “vietata” organizzata in un locale di Nicosia, nell’Ennese, è bastata a fare esplodere un focolaio di Coronavirus. Un “Covid partyabusivo che sta mettendo a rischio un intero centro abitato ed i suoi abitanti. Sembra che il contagio si sia esteso anche ad altre persone.

Sono ben 58 i tamponi risultati positivi ed altri ancora di cui si attende l’esito. Ad avere contratto il virus cittadini di Capizzi, paese di tremila abitanti sui Nebrodi, in provincia di Messina, che a quella festa avevano partecipato.

Non facile tracciare la rete dei contatti. “La situazione è molto critica. Non possiamo permetterci di sottovalutare l’emergenza sanitaria che sta modificando le nostre abitudini di vita“. Lo ha dichiarato il Primo cittadino di Capizzi, Leonardo Principato Trosso.