Sicilia, tutto pronto per il rimpasto della Giunta regionale

Il tempo per fare un piccolo rimpasto in Giunta regionale si trova sempre nonostante i mille problemi più urgenti che ci assillano. E così il presidente Musumeci renderà ufficiali i nomi dei nuovi assessori appena avverranno le notifiche dei decreti e il giuramento. Tranne sorprese sempre possibili ci dovrebbero essere due uscite e due nuove entrate nella compagine di governo. Si tratta di uno scambio di poltrone fra esponenti di Forza Italia e, quindi, tutto interno agli “azzurri” non dovrebbe comportare grandi traumi. Allora dovrebbe diventare assessore Toni Scilla che andrà a sostituire Bernadette Grasso alla Funzione Pubblica e alle Autonoma locali e rappresenterà il territorio trapanese che era rimasto non rappresentato dalla prima giunta. Mentre l’altra sostituzione riguarda l’assessorato agricoltura dove va via Edy Bandera e ora il territorio che chiede spazio è quello di Agrigento. I nomi che circolano sono quelli di Riccardo Gallo e di Margherita La Rocca Ruvolo. Ma il più accreditato , però, sembra essere quello dell’agrigentina Maria Antonietta Testone. Adesso arriva anche la rivendicazione di questo spazio in Giunta della provincia di Caltanissetta che ha schierato Michele Mancuso. Ci sono troppi candidati a questa carica e allora Miccichè ha scelto di mettere in campo l’ex sindaco della città dei templi e candidato a tornare a sedere sulla poltrona di primo cittadino, anche se sconfitto, Marco Zambuto. Un uomo politico che ha fatto numerosi passaggi politici prima dal centro destra al centro sinistra e poi in casa renziana, Zambuto è approdato infine in casa azzurra proprio in occasione delle amministrative ad Agrigento ed era dato come favorito nella corsa a sindaco. Si è evitato in tal modo che le correnti potessero scontrarsi ulteriormente, dall’altro canto però dalla giunta scompaiono le quote rosa, anzi l’unica quota rosa fin qui esistente.