Sicilia, zona rossa o arancione? Il punto di Razza

Sarà arancione o rossa la “colorazione” della Sicilia dopo la Zona Rossa dei giorni scorsi imposta per un indice Rt schizzato alle stelle dopo il periodo natalizio? Sembrerebbe potersi ipotizzare uno sbilanciamento verso la Zona Arancione con il consequenziale allentamento delle restrizioni, atteso che l’attuale percentuale dei positivi si aggira attorno al 4 per cento. La situazione, però, non è ancora definita e la “colorazione” in via di definizione.

Si saprà qualcosa nelle prossime ore “e scopriremo se l’indice Rt, come appare dalla riduzione dei contagi in Sicilia, ci permetterà di condividere col governo centrale il possibile declassamento del rischio della regione“. Lo ha comunicato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, nel suo intervento all’Ars sulla situazione pandemica nell’Isola.

Ci auguriamo – ha concluso – che i prossimi dati ci consentano di avviare una fase di graduale apertura del tessuto economico tenuto conto che ciò debba avvenire nella tutela indispensabile della sicurezza dei siciliani. Nelle prossime 48 ore – ha detto Razza – potremo fino in fondo comprendere se le decisioni condivise da Regione e Stato hanno avuto l’effetto di limitare la diffusione del contagio da Covid”. L’assessore Ars ha inoltre chiarito: “Nelle ultime due settimane l’incidenza per 10 mila abitanti ha visto la Sicilia al quinto posto in Italia, al dodicesimo per i deceduti e al settimo per i tamponi molecolari effettuati”.