Bandiere Blu 2021: Sicilia a quota 10 con +2 new entry

L’estate 2021 riserva piacevoli sorprese per gli amanti dei viaggi. Quest’anno, infatti, sono risultati idonei a ricevere la Bandiera Blu – il prestigioso riconoscimento per la qualità delle acque di balneazione – ben 416 spiagge in Italia. Per dirla in termini percentuali, il 10% delle spiagge meritevoli al mondo si trova in Italia, cioè corrispondono ai requisiti di sostenibilità ambientale stabiliti dalla Ong danese FEE acronimo che sta per Foundation for Environmental Education (Fondazione per l’educazione ambientale). Tutti gli anni, l’organizzazione internazionale stila un elenco di spiagge Bandiera Blu, in funzione della pulizia delle acque e dell’efficienza dei servizi. Quest’anno ad andare a podio sono Liguria (30), Toscana (19) e Campania (18). In totale, sono le seguenti le spiagge quotate regione per regione:
Abruzzo 10
Basilicata 5
Calabria 10
Campania 18
Emilia Romagna 7
Friuli Venezia Giulia 2
Liguria 30
Lombardia 1
Lazio 9
Marche 15
Molise 1
Piemonte 3
Puglia 13
Sardegna 14
Sicilia 10
Toscana 19
Trentino-Alto Adige 10
Veneto 8

I criteri di attribuzione della Bandiera Blu sono essenzialmente due: imperativi (che è necessario vengano tutti rispettati) e guida (quelli che più ce ne sono e poi alta è la probabilità di ottenere il riconoscimento). Si distinguono 4 aree tematiche: • Educazione ambientale e informazione: (Es. informazioni sulla qualità delle acque, sugli ecosistemi locali, un codice di condotta) • Qualità delle acque (Es. spiaggia con rispetto pieno dei requisiti di campionamento e di analisi delle acque di balneazione, deve essere conforme alle direttive sul trattamento delle acque reflue) • Gestione ambientale: (spiaggia pulita, devono esserci cestini per la differenziata, servizi igienici e spogliatoi) • Servizi e sicurezza: (numero adeguato di guardaspiaggia, equipaggiamento per il primo soccorso).

La Sicilia sale a quota 10 Bandiere Blu e cresce di due new entry: Roccalumera e Modica. Ecco l’elenco:
Provincia di Agrigento
Menfi (Lido Fiori Bertolino e Porto Palo Cipollazzo).
Provincia di Messina
Tusa (Spiaggia Lampare e Spiaggia Marina)
• Lipari (Stromboli Ficogrande, Vulcano Gelso, Vulcano Acque Termali, Canneto e Acquacalda).
• Santa Teresa di Riva
(Lungomare di Santa Teresa di Riva) • Alì Terme.
Provincia di Ragusa
Ispica (Ciriga I°tratto, Ciriga II° tratto, Ciriga III° tratto e Santa Maria del Focallo)
Pozzallo (Pietre Nere e Raganzino)
Ragusa (Marina di Ragusa e Modica).

Quanto, invece, ai porti turistici le località premiate quest’anno sono Capo d’Orlando e Roccalumera, nel Messinese.

Entusiasta del risultato portato a casa l’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina, che ha detto: «Migliora ulteriormente l’offerta del turismo balneare in Sicilia. Le Bandiere blu per il 2021 dimostrano, ancora una volta, quali siano le potenzialità che l’Isola ha dal punto di vista naturalistico». Una marcia in più per la terra di Sicilia: «Siamo certi – spiega l’assessore Ars – che questi nuovi riconoscimenti, insieme alle campagne promozionali sul turismo avviate dal governo Musumeci, in particolare quella di ‘SeeSicily’, ci consentiranno, a partire già da quest’anno, un aumento delle presenze turistiche nell’Isola».

Foto di Stephen kleckner – Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=97031021