Cenere: Milo laboratorio di idee e soluzioni, con INGV e Università

La scienza, e i modelli matematici, in soccorso di produttori agricoli e sindaci dell’Etna vessati dalla caduta di cenere, evento ormai ricorrente con circa 280 episodi da vent’anni a questa parte. Lo ha proposto a Vinimilo, durante un seguitissimo incontro dedicato al tema, Mauro Coltelli, ricercatore INGV, che ha indicato nell’applicazione del sistema previsionale Aeromat, realizzato dall’Istituto vulcanologico per monitorare l’andamento e la direzione degli sbuffi di cenere dell’Etna in ambito aeronautico, come strumento per geolocalizzare e quantificare la ricaduta di sabbia dei comuni etnei, diventando un parametro di riferimento per gli auspicati aiuti di Stato, le agevolazioni e gli sconti fiscali.

“I modelli matematici – ha spiegato Coltelli – sono strumenti strategici per la rappresentazione quantitativa di fenomeni naturali o di un insieme di fenomeni. Monitorare e calcolare statisticamente i danni della cenere potrebbe essere un criterio di riferimento per stabilire come intervenire in termini di rimborsi assicurativi e/o ristori da parte dello Stato”.

Aiuti economici, o sgravi fiscali, che per il sindaco di Milo, Alfio Cosentino: “Devono riguardare amministrazioni, cittadini e produttori agricoli messi a dura prova, soprattutto nel 2021, dall’incessante attività esplosiva dell’Etna”. A supporto dei coltivatori, nel corso dell’incontro introdotto dal vice-sindaco Maria Concetta Cantarella e moderato dal giornalista Turi Caggegi, il direttore della CIA Sicilia Orientale, Graziano Scardino, ha annunciato l’intervento al Mipaaf (Ministero Agricoltura) nell’ambito del Piano Gestione Rischi 2021 e con l’Ispettorato agrario per il riconoscimento dello stato di calamità naturale.

Eloquenti le testimonianze di Marco Nicolosi (Barone di Villagrande) che, se con la potatura verde ha “messo al sicuro” i grappoli dai graffi della cenere, ha già speso circa 35mila euro per ripulire tetti di cantine e palmenti; mentre Renato Maugeri, produttore vinicolo e agrumicolo oltre che presidente dell’associazione Limone dell’Etna IGP, ha riferito di aver perso il raccolto di mandarini, danneggiati dalla cenere e mandati all’industria di trasformazione in succhi perché troppo malconci per il mercato del fresco.

Intanto il mondo della scienza si divide fra chi come Salvo Giammanco, vulcanologo dell’Ingv, riferisce di un arricchimento immediato dei terreni con i minerali della cenere, oggetto anche di studi sull’impatto a lungo termine su salute e ambiente – e chi come Alessandra Gentile, docente di Arboricoltura al Di3A dell’Università di Catania, sostiene che occorra quasi un secolo perché i minerali di cenere e lapilli si trasformino in terreno agricolo, capace di fertilizzare e nutrire le colture. Che intanto subiscono lacerazioni e abrasioni, riducendo la fotosintesi e favorendo l’aggressione di agenti patogeni: problema estremamente critico in fase di fruttificazione e fioritura, con gravissime perdite per i coltivatori.

GLI APPUNTAMENTI DELLA VINIMILO 2021

Prosegue la dialettica fra i protagonisti del mondo del vino che oggi, 7 settembre, vede protagonista le bollicine dell’Etna con “Carricante, spumeggiante per natura” (ore 18.30, Museo Virtuale).Un dibattito fra produttori, enologi e il direttore del Consorzio Etna Doc, Maurizio Lunetta, per valutare l’introduzione del vitigno a bacca bianca nel disciplinare di produzione dello spumante Etna Doc, i cui dati di produzione sono in costante crescita. Nel dettaglio: Spumante Etna Bianco Doc 907 ettolitri nel 2020 (621 nel 2019); Rosato 307 ettolitri (233 nel 2019); Bianco Etna Bianco Brut 77 nel 2020 (29 nel 2019) e Rosato Etna Brut 114,35 ettolitri a fronte dei 26 prodotti nel 2019. Interverranno Enzo Calì (enologo azienda Benanti); i produttori Foti e Nicolosi (I Vigneri e Barone di Villagrande). E domani, 8 settembre, di scena le Donne del Vino per parlare – di presenza e in streaming – di viticolture estreme e sostenibili con le testimonianza di Donatella Cinelli Colombini (presidente DDV); Fosca Tortorelli (DDV Campania); Manuela Zennaro (DDV Lazio); Roberta Urso (DDV Sicilia); Aurora Ursino (agronoma e socia DDV); Maurizio Lunetta (Consorzio Etna DOC) e Michela Giuffrida (giornalista, già europarlamentare e portavoce del Presidente Musumeci). Modera l’incontro la giornalista e sommelier Valeria Lopis (ore 18.30, Museo Virtuale). Tutto il programma su www.vinimilo.it

Vinimilo 2021 |7-12 settembre |Programma completo su www.vinimilo.it

07/09 Dibattito e degustazione “Carricante dell’Etna, spumeggiante per natura” (ore 18.30 Museo Virtuale)

Al centro dell’incontro la proposta sull’introduzione del vitigno a bacca bianca nel disciplinare di produzione dello Spumante Etna DOC che attualmente si produce da nerello mascalese. Intervengono Enzo Calì (enologo, azienda Benanti), Salvo Foti (enologo produttore), Maurizio Lunetta (Direttore Consorzio di Tutela Etna DOC), Marco Nicolosi (enologo, produttore). Modera il giornalista Turi Caggegi. A seguire una degustazione tecnica riservata ai partecipanti al convegno.

08/09 Incontro e degustazione “Vino, ambiente e vulcani: viticolture estreme e sostenibili” (ore 18.30, Museo Virtuale) a cura dell’Associazione Donne del Vino

Le Donne del Vino narrano l’ambiente e i terroir vulcanici d’Italia: Lazio, Campania, Etna, Pantelleria.
A seguire degustazione riservata ai partecipanti al convegno. Posti limitati, prenotazione consigliata. Per info e prenotazioni: sicilia@ledonnedelvino.com

09/09 Degustazione guidata degli olii siciliani (ore 19.30, Centro Servizi)

Olii presenti nella guida Slow-Food 2021. A cura della Soc. Coop. APO – Associazione Produttori Olivicoli.
A seguire degustazione di prodotti tipici del territorio. Per info, costi e prenotazioni: +39 333 7994526

10/09 Convegno e degustazione “Enoturismo sostenibile. I nuovi trend del mercato” (ore 18, Museo Virtuale) A cura delle Strade del Vino e dei Sapori dell’Etna. Interverranno: Lucrezia La Mastra e Daniele Dammaro (Università Cattolica, Milano), Carlo Caputo (Presidente Parco dell’Etna); Maurizio Lunetta (Direttore Consorzio Tutela Etna Doc), Giovanna Manganaro (General Manager “Monaci delle terre nere”); modera la giornalista Carmen Greco. A seguire degustazione riservata ai partecipanti al convegno.

10/09 Laboratorio di abbinamento Il gelato gastronomico e i passiti dell’Etna (ore 20, Centro Servizi)

A cura di ONAV Catania con la pasticcera e gelataia Giovanna Musumeci di Randazzo. Prenotazione obbligatoria. Info e costi +39 347 4346373 / catania@onav.it

11/09 Itinerario in vigna “Alle Radici” (ore 17.30 cantine I Vigneri-Aeris e Azienda Barone di Villagrande)

Mostra diffusa di Alfio Bonanno a cura di Mindart. Visita guidata alle installazioni di Alfio Bonanno nelle cantine “I Vigneri-Aeris” e “Barone di Villagrande” e degustazione di vini del “Barone di Villagrande”.

Info, costi e prenotazioni: +39 351 5037538 / info@mindart.it (Associazione Mindart)

11/09 Lezione e degustazione “Etna Doc Wines” (due sessioni: ore 17.30 e ore 19.00, Museo Virtuale)

Percorso guidato di avvicinamento alla conoscenza del mondo dei vini del Vulcano, con degustazione di bianchi e rossi Etna Doc con un prezzo popolare per diffondere una migliore conoscenza del vino e del bere consapevole. A cura del Consorzio Etna Doc. Posti Limitati. Costo € 6,00 Prenotazione online su www.vinimilo.it 

11/09 Degustazione “Lo spumante dell’Etna sfida…” (ore 20.30, Centro Servizi)

Un campionato europeo delle bollicine con degustazioni di spumanti da Francia (Marc Kreydenweiss), Spagna (Casa Rojo), Germania (W. Molitor) e dalla Sicilia, con le cantine Destro e Nuzzella dell’Etna.

A cura di FISAR Catania. Costo € 30,00. Prenotazione obbligatoria. Info e prenotazioni: +39 347 6145209 info@fisarcatania.it

12/09 Trekking. Passeggiata tra gli alberi monumentali di Monte Fontane (ore 9.30, Ecomuseo del castagno dell’Etna, Fornazzo, frazione di Milo) A cura dell’Associazione Trucioli. Info: +39 392 0514974

12/09 Itinerario in vigna “Alle Radici” (ore 17.30 cantine I Vigneri-Aeris e Azienda Barone di Villagrande)

Mostra diffusa di Alfio Bonanno a cura di Mindart. Visita guidata alle installazioni di Alfio Bonanno nelle cantine “I Vigneri-Aeris” e “Barone di Villagrande” e degustazione di vini del “Barone di Villagrande”.

Info, costi e prenotazioni: +39 351 5037538 / info@mindart.it

12/09 Convegno e degustazione “Milo e le sfumature del Carricante” (ore 18:00, Barone di Villagrande)

Convegno a cura dell’AIS Taormina. Intervengono Gioele Micali (Delegato AIS Taormina), Claudio Di Maria (Delegato AIS Jonico-Etnea), Marika Mannino (Direttore Strada del Vino e dei Sapori dell’Etna). Saranno presenti i produttori e/o gli enologi dei vini in degustazione.

Costo € 40 Posti limitati, prenotazione obbligatoria. Info e prenotazioni: +39 349 2741007

12/09 Evento “Etna a 360°. Vini e sapori del Vulcano” (dalle ore 19 al Vecchio Mulino)

Quaranta etichette dell’Etna tra vini bianchi, rossi, rosati e spumanti accompagnati da olio EVO Etna, pistacchi di Bronte e conserve. Area food a cura di Case Perrotta con grigliata mista, insalata e dessert o piatto vegetariano. Al Vecchio Mulino, via Madonna delle Grazie 61, di fronte ingresso teatro comunale.

Costo € 20, ogni ticket include 3 calici di vino a scelta tra oltre 40 etichette, i piatti di Case Perrotta e gli assaggi agli altri stand. Posti limitati. Prenotazione obbligatoria Acquista ticket

12/09 Degustazione guidata “Nerello mascalese: il vitigno, il territorio, il vino e la sua storia” (ore 20:00, Centro Servizi). A cura di Fondazione Italiana Sommelier. Un racconto del vitigno storico attraverso le degustazioni di etichette provenienti da Sicilia orientale, occidentale e dalla Calabria e con il contributo e le testimonianze dei vignaioli guidati da Paolo Di Caro, Gennaro Convertini e Agata Arancio (Fondazione Italiana Sommelier). Prenotazione obbligatoria. Info, costi e prenotazioni: +39 392 4700249 / +39 328 0018002 fondazionesommeliersicilia@gmail.com.