Enpa festeggia i suoi 150 anni

Enpa festeggia i suoi 150 anni da quando il generale Giuseppe Garibaldi il 1 Aprile del 1871 chiese e ottenne la costituzione  di quella che oggi è l’ENPA- Ente Nazionale Protezioni Animali. La filatelia dedica un “Francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Senso civico” dedicato ad E.N.P.A. – Ente Nazionale Protezione Animali Onlus, nel 150° anniversario della istituzione” che verrà emesso il prossimo 19 Maggio. L’anno passato, contraddistinto dalla pandemia, lascia la Protezione animali con un bel 17% in più di adozioni rispetto al 2019 raggiungendo così un totale di animali domestici pari a 17.600  suddiviso in 8100 cani e 9500 gatti.

Non è rimasto dietro nemmeno il consuntivo che l’Ente protezionistico, tra sezioni e delegazioni, ha ottenuto in Sicilia con un report di ben 2428 cani e 267 gatti tra le adozioni, 2533 cani e 2099 gatti le sterilizzazioni e 17 recuperi comportamentali.

Sicuramente un piccolo miracolo e forse l’unico lato apprezzabile di una pandemia che ha sfiancato l’equilibrio della nazione ma, che sia stata la solitudine, la possibilità di dare maggiori attenzioni ai nuovi arrivati, o che si sia trattato di una riscoperta alla comunione con la natura, certo è che molti animali hanno trovato una casa e la possibilità di condividerne gli affetti.

Sicuramente i numeri ottenuti in Sicilia in un contesto nazionale rendono chiarezza a quella che è stata l’incessante attività degli operatori Enpa in tutto il territorio dell’isola e che, nonostante i divieti del lockdown, hanno continuato le loro attività con autorizzazioni in tasca e tanto amore per la mission.

Attività realizzate grazie alla “Rete solidale Enpa” e alla capacità organizzativa della responsabile e tesoriera nazionale Paola Tintori”, ha dichiarato la responsabile Enpa della Sicilia Viviana Vaccari.  “Senza l’intervento del Nazionale e la dedizione degli operatori locali, niente di questo avrebbe potuto trovare realizzazione. A questi numeri, è doveroso chiarire, si aggiungono innumerevoli interventi a privati, assistenza sanitaria grazie anche alla rete di convenzioni con Veterinari privati e infine presa in carico di svariate criticità nel territorio con ospitalità, invio di petfood, farmaci e antiparassitari.

E’ indubbio che da quel lontano 1 Aprile del 1871 i “figli” dell’eredità di Garibaldi affermano ancora una volta Enpa, inserendola anche tra i più produttivi Enti presenti nell’intero panorama dell’associazionismo animalista nazionale.