Glamping, turismo sostenibile glamour di lusso in Sicilia

In Italia, da Nord a Sud, il Glaming abbraccia una buona fetta di voyager. Così diffuso da essere stato riprodotto dall’azienda danese del mattoncino, che ne ha realizzato un set interamente dedicato. Arrivato dagli Uniti d’America, il Glaming è successivamente approdato in Europa. Neologismo sintocratico, che indica l’unione delle parole ‘Glamour’ e ‘Camping’, si riferisce alla frontiera dei piaceri della vita all’aperto con determinati standard qualitativi tra cui la privacy e la sicurezza.

Un campeggio più lussuoso con servizi aggiuntivi quali gli impianti (idraulici ed elettrici), la colazione in camera, i letti King size, la colazione in camera o la piscina con vista in dotazione, per una esperienza unica nel suo genere. In Val di Noto, in Sicilia, per “viaggiare con gusto” c’è lo “Iuta Glamping & Farm” con lodge di lusso distanziati ed immersi in un oliveto con agriturismo biologico. O ancora il “Ciriga Sicily Glamping”, a Ispica Mare (RG) con tende extra-lusso” in un mix bilanciato tra casa vacanza e bungalow, rigorosamente immersi nella natura e con servizi (“pomeriggio creativo” per imparare le tecniche di arte tessile, aperitivo al tramonto in vasca idromassaggio), il tutto a prezzi accessibili.

Quello del Glambing è un turismo sostenibile, che segue il filone del turismo lento, caratterizzato dallo stile confortevole fuori dalle linee delimitative, con i contorni propri del campeggio vecchio stile e gli alloggi eco-friendly nel pieno rispetto del Pianeta, che include la cura di ciò che ha a cuore l’ambiente e la grande attenzione per i dettagli, anche i più piccoli. Posti con pochi ospiti, a volte con un passato da luoghi abbandonati, in cui la vita scorre lenta.

Il Glaming rappresenta la tendenza in tema di vacanze fatta su misura per gli amanti della natura selvaggia, ma anche dell’ecologia, per i quali è impossibile rinunciare ai comfort di un hotel a 5 stelle, in perfetto stile eco-chic. Il soggiorno si svolgerà in varie tipologie di tende che vanno da quelle dallo stile romantico e panoramiche (di cui esempio sono le bolle trasparenti) dove poter guardare dal letto il cielo e le stelle o il mare e e montagne, a quelle che ricordano gli accampamenti di popolazioni del passato, reinterpretati in chiave chic, o addirittura in sospesione su alberi. Variano molto i tipi di materiali utilizzati per le tende. Si va dal cotone – spesso ottenuto con fonti sostenibili e lavorazioni dal basso impatto ambientale – al feltro di pecora fino ai vari tessuti perché siano a base naturale.

Non soltanto tende. In alcune località anche bungalow, airlodge, lodge e case mobili. Chi, invece, desidera vivere un’esperienza culturale, oppure esotica, è utile sapere che in alcune Regioni italiane esistono i Glamping con capanne realizzate in legno o in pietra. Tra le soluzioni romantiche le bolle trasparenti o le cupole geodetiche, in genere composte da una solida rete di travi (legno o canne di bambù, o più flessibili) ricoperte da uno strato trasparente di materiale plastico, molto accoglienti e dall’atmosfera suggestiva.