Il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare in visita a Sigonella e Siracusa

“…il mio più sentito plauso per l’enorme sforzo fatto per sostenere sia il transito dei cittadini afghani verso gli Stati Uniti che la recente alluvione che ha colpito il territorio siciliano. Siete ancora una volta fiore all’occhiello di una Forza Armata che sa unirsi quando serve per onorare nel migliore dei modi la nostra amata Bandiera. Bravi, sono veramente orgoglioso di tutti Voi”.
Sono le parole che il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Luca Goretti, ha lasciato sull’albo d’onore e rivolto al personale della Forza Armata durante la visita, avvenuta lo scorso 10 novembre 2021, all’aeroporto di Sigonella, sede di diversi Enti tra cui il 41° Stormo, l’11° Reparto Manutenzione Velivoli ed il 61° Gruppo Volo Predator.
Quella a Sigonella è stata la prima visita ufficiale dall’insediamento del Generale Goretti al vertice dell’Aeronautica Militare. “Sono qui per portare il sentito segno di vicinanza della Forza Armata per il lavoro fin qui espresso” – ha proseguito il Capo di SMA – “impegno che, seppur seriamente compromesso dalle note restrizioni covid e dai danni causati alle infrastrutture durante le recenti alluvioni, ha permesso di portare a compimento tutti gli impegni istituzionali e le diverse attività legate anche ad eventi internazionali”.
Tra questi ultimi, le attività di supporto assicurate dell’aeroporto siciliano durante il transito di cittadini e famiglie afghane verso gli Stati Uniti d’America (operazione “Allies Refuge” della locale Naval Air Station U.S.Navy), ed il concorso degli equipaggi a bordo del velivolo P-72A del 41° Stormo, impiegato quale assetto pregiato ed innovativo in attività ISR, nel complesso dispositivo di capacità predisposte dalla Difesa per garantire un’adeguata cornice di sicurezza attorno al Vertice dei Capi di Stato e di Governo dei Paesi del G20, che si è tenuto nelle giornate del 30 e 31 ottobre 2021 a Roma.
Accompagnato dall’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, Generale di Brigata Aerea Francesco Saverio Agresti, all’arrivo in Sicilia il Generale Goretti, dopo gli onori militari di rito, è stato accolto dal Comandante del 41° Stormo Antisom e dell’Aeroporto di Sigonella, Colonnello Pilota Howard Lee Rivera.
Subito dopo il saluto alla Bandiera di Guerra del 41° Stormo, il Colonnello Rivera ha illustrato la situazione infrastrutturale della Base, alla luce della recente alluvione che ha investito la Sicilia orientale. Infine, al termine del briefing, il Generale Goretti ha incontrato le varie rappresentanze della Base.
Nel primo pomeriggio, il Capo di SMA ha fatto tappa al Distaccamento Aeronautico di Siracusa dove, dopo essere stato accolto dal Comandante Tenente Colonnello Luigi Di Paola, ha incontrato il personale del Reparto che concorre al supporto della Difesa Aerea nazionale.
Durante la breve ma intensa giornata in Sicilia, il Generale Goretti ha preso parte ad alcune attività addestrative di volo a bordo di velivoli AM all’avanguardia, quali un elicottero HH 139B del 82° Centro Combat Search And Rescue (CSAR) di Trapani ed un P-72A del 41° Stormo. Durante il volo su quest’ultimo, l’equipaggio, costituito da personale AM e MM, ha illustrato le potenzialità della sensoristica di bordo che ben si attaglia alla missione duale dell’assetto che può spaziare dall’impiego in ambito ISR (Intelligence Surveillance and Reconnaisance) a quello di MPA (Maritime Patrol Aircraft).
Il Comando Aeroporto dell’Aeronautica Militare di Sigonella ha il compito di fornire il supporto logistico-amministrativo ed i servizi tecnico-operativi agli Enti e Reparti rischierati ed in transito sull’omonimo Aeroporto, assicurando – senza soluzione di continuità – i servizi necessari per il sicuro ed efficace svolgimento delle attività di volo, che includono, tra gli altri, l’assistenza tecnica a terra, il rifornimento di carburante, il servizio meteorologico, il servizio antincendio, l’assistenza sanitaria, la disponibilità di infrastrutture ricreative ed alloggiative.
In aggiunta, è responsabile della fornitura dei servizi del traffico aereo all’interno della zona di controllo (CTR) denominata Catania, che comprende i cieli della Sicilia orientale e mari adiacenti, ivi compresi l’Aeroporto Militare di Sigonella e quelli civili di Catania-Fontanarossa e di Comiso (RG). Ospita e fornisce supporto a diverse realtà dell’AM (tra cui 41° Stormo, 11° Reparto Manutenzione Velivoli, 61° Gruppo Volo APR) ed altri Enti/vari rischieramenti ed assetti – nazionali ed internazionali – che si sono alternate o si alternano per molteplici operazioni/esercitazioni.
Al momento, sono presenti assetti (di Lussemburgo e Polonia) nell’ambito dell’operazione Eunavformed IRINI (a cui partecipano anche 41° Stormo e 61° Gruppo). Inoltre, in virtù di specifici trattati internazionali (Host Nation Support), l’Aeroporto ospita, dal 1959, la Naval Air Station (NAS) della Marina USA e, dal 2015, la NATO AGS Force (NAGSF).