Lido Le Palme di Catania, la figura del Bagnino è sinonimo di garanzia

Il ritorno alla normalità, dopo un lungo periodo difficile legato alla pandemia, fa rima con sicurezza presso il lido “Le Palme” di Catania. La certezza che gli ospiti possano divertirsi e rilassarsi, in totale tranquillità, è la garanzia principale. Le attività di assistenza bagnanti spaziano a 360° e non riguardano solo il soccorso.

“Con la riorganizzazione generale delle spiagge post lockdown il personale sarà anche ridotto rispetto al passato ma gli standard di sicurezza restano intatti– spiega il responsabile del complesso turistico Le Palme, Vito Bruno – nella nostra struttura, per uno che indossa la maglia rossa, ci sono molte altre figure professionali che hanno le competenze e la preparazione necessaria per intervenire prontamente in caso di necessità”.

L’assistente ai bagnanti è una figura che trasmette sicurezza alla gente in ogni occasione. A ribadirlo è una ricerca commissionata all’Università di Catania che spiega come l’attività dei bagnini sia fondamentale perché rappresenta una figura professionale che sa esattamente cosa fare in caso di incendi, malessere, panico e smarrimento di una persona. Competenze a 360° in un litorale, come quello della Plaia di Catania, che accoglie anche 90.000 presenze al giorno. Ecco perché, in questo contesto, è fondamentale la grande attenzione dei gestori dei lidi e della pubblica amministrazione.

“Rispetto al passato c’è una maggiore sensibilità per quanto riguarda la sicurezza- continua Bruno– ecco perché bisogna mettere da parte il sensazionalismo o la notizia scandalistica, dove magari viene descritta una realtà in modo parziale, per analizzare a fondo l’intero sistema legato all’assistenza bagnanti. La pandemia ha portato una certa epurazione nel numero di bagnini ma i livelli di professionalità sono altissimi e alla Plaia questo sistema sta funzionando perfettamente”.

L’uomo o la donna in maglia rossa è la prima figura professionale a garanzia delle spiagge. Un simbolo che dà un’impronta molto forte a quest’estate.

“All’ interno del nostro lido ci sono 3 bagnini dotati di brevetto e altre 12 unità del nostro personale che possiedono le medesime competenze e certificazioni- conclude il responsabile del complesso turistico Le Palme– Figure che, al momento opportuno, possono intervenire. Non solo, manteniamo alti di standard di sicurezza visto che, periodicamente, vengono fatte specifiche esercitazioni”.

Inoltre l’organizzazione di volontariato “Italian Help System for Life” fornisce i medici in convenzione, che stazionano sul posto, pronte a intervenire in ogni momento.

“Le nostre attività- spiega la vice presidente dell’associazione Milena Alì– prevedono l’organizzazione dei corsi BLSD (Basic Life Support) e dei corsi PTC (Prehospital Trauma Care). Speriamo presto di organizzare anche dei corsi di primo soccorso agli stessi bagnanti per avere un intervento ancor più tempestivo in caso di necessità”.

Niente allarmismo, quindi, ma la possibilità di godersi un’estate all’insegna del divertimento perché la sicurezza e la tutela dei bagnanti restano sempre al primo posto.